Categoria: Come investire i soldi

Cosa sono i fondi comuni di investimento?

I fondi comuni di investimento consistono in un paniere di titoli (azionari, obbligazionari e altri strumenti finanziari) che costituiscono un fondo, in cui chi vi partecipa ottiene un numero di quote proporzionale all’investimento effettuato all’interno del fondo stesso.

Il fondo comune di investimento è stato creato per permettere di ottenere una grande diversificazione degli investimenti, anche a chi ha pochi soldi di investire. Questo è molto utile in quanto investire i proprio soldi su singoli titoli ci espone, oltre che al rischio intrinseco dello strumento scelto, anche a quello del singolo titolo.

Ad esempio, se investi 10.000 euro sul titolo azionario FIAT sei esposto sia al rischio intrinseco dell’investimento azionario (borsa che può scendere dopo che hai investito), sia al rischio che FIAT chiuda i battenti azzerando il valore delle azioni come ha fatto in passato ENRON (in questo caso il rischio si aggiunge a quello delle azioni in generale).

I fondi comuni permettono di eliminare il secondo dei rischi, quello del singolo titolo, ma ovviamente lascia immutato il rischio dello strumento finanziario che utilizza al suo interno. Questo significa che, se investi in azioni e le azioni scendono, anche il fondo comune perderà valore…

Tutto quello che devi sapere sul TFR ma che nessuno ti dice

Questo sito parla di investimenti in generale e di come investire al meglio i propri soldi tuttavia, tra le domande che mi vengono fatte sempre più spesso in via privata, moltissime riguardano per lo più il TFR, meglio noto come trattamento di fine rapporto.

Il TFR consiste in una retribuzione salariale differita, versata dal datore di lavoro nel momento in cui il rapporto lavorativo si interrompe. Pertanto, esso può essere percepito normalmente in 4 occasioni tipiche:

  • Dimissioni: cioè quando decidi di lasciare volontariamente un posto di lavoro, sia perché hai trovato qualcosa di meglio sia che decidi di lasciarlo per qualunque altro motivo. In definitiva, in questo caso, te lo devono dare sempre e senza fare storie!
  • Licenziamento: in pratica quando, per qualsiasi motivo, il datore di lavoro decide di licenziarti.
  • Licenziamento collettivo: in questo caso si intende il licenziamento per chiusura dell’azienda, oppure per ridimensionamento del personale. Anche in questo caso l’azienda ti dovrà elargire il TFR come liquidazione finale del rapporto lavorativo.
  • Pensionamento: è il caso più comune e, come facilmente intuibile, consiste pienamente in una cessazione del rapporto di lavoro. Di conseguenza, il datore di lavoro dovrà versarti il TFR come buonuscita.

Dopo aver visto brevemente cos’è il TFR, qui di seguito elenco gli argomenti più gettonati nelle e-mail che ho ricevuto. In questo modo, cercherò di dare una risposta quanto più esauriente possibile alle varie questione che spesso vengono sollevate da chi mi fa domande su questa tematica…

=> Calcolo del TFR

Esso si calcola a partire dalla retribuzione annua lorda – cioè da tutti gli stipendi lordi compresi tredicesime, quattordicesime, premi produzione e quant’altro si assomma per formare la retribuzione aziendale alla conclusione dell’anno fiscale – e può essere versato dalla tua azienda con una cadenza mensile, trimestrale, semestrale o annuale (in base alla procedura contabile usata dall’azienda).

Come investire 50000 euro

Come investire 50000 euro? In un articolo simile che ho scritto recentemente (lo puoi leggere cliccando qui) ho evidenziato il fatto che esistono delle soglie psicologiche di cui bisogna sempre tener conto se non ci si vuole bloccare.

…Lo stesso identico discorso vale su come investire 50000 euro. Infatti, anche questo investimento è “formato” da una soglia psicologica.

Fatta questa necessaria premessa, tecnicamente bisognerebbe dividere l’investimento in 5 investimenti più piccoli da 10000 euro l’uno (divisione per soglie di due livelli inferiori), cambiando anche il metodo con cui si ripartiscono gli investimenti.

Come investire 100000 euro

Come investire 100000 euro? Nel campo degli investimenti privati è noto che la soglia dei 100000 euro innesca, quasi sempre, una specie di barriera psicologica.

Di conseguenza, nell’intavolare il piano di investimento, bisogna tenerne conto in modo tale da annullare l’effetto “panico” che spesso ne deriva. Quindi, per prima cosa, si deve smontare l’effetto soglia dividendolo il capitale da investire in investimenti di soglie inferiori.

Per esperienza, posso dirti che le soglie che non creano blocchi sono quelle di 2 livelli inferiori: perciò, per chi vuole sapere come investire 100000 euro (che rappresenta una soglia psicologica forte), bisogna scendere a quella dei 20000 euro (la prima inferiore è 50 mila la seconda, appunto, 20 mila).

Come e quanti soldi investire?

Come investire e sopratutto quanto investire sono due facce della stessa medaglia quando si parla di come investire i soldi al meglio senza fare stupidi errori.

Molti pensano che basta sapere come fare e il problema è risolto, altri invece pensano che sia sufficiente avere tanti soldi da investire e poi loro sanno come fare…

La realtà è che, in base ai soldi disponibili, cambia il come investirli. Quindi, in definitiva, quando si tratta di come investire i soldi bisogna conoscere sia il quanto che il come!

Vediamo, allora, come bisogna procedere in modo da investire soldi nel miglior modo possibile senza fare errori.

Come investire soldi a breve termine e basso rischio?

Come investire soldi a breve termine e a basso rischio? Questa è una delle domande più ricorrenti nei siti web dedicati ai mercati finanziari, oltre al fatto che è la prima richiesta che, qualunque persona non avvezza del campo, fa a un consulente finanziario quando se lo trova a tiro.

La soluzione su come investire soldi a breve termine e a basso rischio, in realtà, è molto semplice. Il problema, semmai, è che il risultato finale, essendo inferiore alle aspettative, potrebbe lasciare delusi.

Infatti, anche se nessuno lo dice chiaramente, a quell’investire soldi a breve termine e basso rischio si aggiunge una terza richiesta probabilmente lasciata come sottintesa: “…e che abbia un buon rendimento.”

Come investire la liquidazione (TFR e pensione)

Molti spesso mi chiedono come investire la liquidazione. Prima di dare delle risposte su come investire la liquidazione (o TFR che dir si voglia), vorrei fare un passo indietro di qualche anno (pochissimi a dir il vero).

Dal primo gennaio del 2007 c’è la possibilità, per tutti i lavoratori dipendenti con cassa pensionistica INPS, di optare per una gestione del TFR privata scelta dal lavoratore stesso. Il vantaggio di tale scelta consiste, innanzitutto, in una tassazione molto più bassa.

Ma non solo…