Guadagnare soldi senza investire: è possibile?

Spesso mi chiedono se sia possibile guadagnare soldi senza investire. Uno dei principali problemi delle persone è quello di voler avviare delle attività lavorative o imprenditoriali e non avere le risorse necessarie per metterle in moto.

Questo avviene per due motivi: o non si hanno le conoscenze necessarie e sufficienti, oppure manca quello che chiamiamo “la grana” (cioè i soldi). Ed è proprio quest’ultimo l’ostacolo più pressante per chi vuole guadagnare soldi senza investire.

Iniziamo col dire che, per guadagnare soldi, bisogna fornire ad altre persone un prodotto o servizio che per loro deve valere più del denaro che ti devono dare per ottenerlo.

Guadagnare soldi senza investire: è possibile?

Prima di andare avanti con la lettura di questo articolo, ti dico subito che un ottimo modo per guadagnare soldi senza investire, o almeno senza fare grossi investimenti, è sicuramente quello di sfruttare le potenzialità del web. Se vuoi approfondire, clicca sul banner qui in basso.


In pratica, se vuoi vendere ad esempio un telefonino da 200 €, devi far capire all’acquirente che il vantaggio che otterrà comprando quel telefono è maggiore dei 200 € che perderà per ottenerlo. Se riesci a comunicare efficacemente quest’idea allora riuscirai a vendere il cellulare, altrimenti no!

Stessa cosa avviene per i servizi: riuscirai a fornire un servizio (di consulenza, di pulizie, medico, eccetera) se e solo se il cliente, accedendo a tale servizio, ottiene un vantaggio che lui reputa superiore alla spesa, altrimenti tirerà dritto per la sua strada…

In definitiva per guadagnare soldi senza investire, o investendo qualcosa, in ogni caso tu devi riuscire a creare un valore aggiunto, altrimenti nessuno ti pagherà un bel niente!!! Ma come si fa a fornire questo benedetto valore aggiunto?

Le strade percorribili sono tre:

  1. Fai in modo di muovere gli altri, allo scopo di raggiungere un fine che crei di fatto un valore aggiunto.
  2. Sai svolgere mansioni o produrre cose che nessuno, o in pochi, sanno fare e quindi diventi un valore aggiunto per il tuo prossimo.
  3. Ti metti al servizio dei soggetti del punto 1.

Per muovere gli altri in modo che svolgano una mansione occorrono i soldi. Il denaro funziona un po’ come la carota posta davanti a un asino (senza offesa per nessuno, è solo un esempio!): se all’asino non si paventa la possibilità che possa cibarsi della carota, non si schioderà dalla sua posizione manco se casca il mondo!!!

Per muovere gli altri si intende creare un’azienda (di qualunque tipo) che, per essere mandata avanti, necessita di forza lavoro. Se apri un’impresa edile ti occorrerà avere in organico muratori, carpentieri, mastri, capimastri, eccetera. Se apri un’azienda metalmeccanica, ti occorreranno gli operai e così via.

Ovviamente, anche se alla fine muovere gli altri per un prodotto o servizio che crei valore aggiunto è l’attività più redditizia, purtroppo è anche quella che necessità di più soldi per essere avviata. Siccome il titolo dell’articolo è guadagnare soldi senza investire, questo tipo di attività non possiamo prenderla in esame.

Nel secondo punto ho preso in esame la categoria di quelle persone che sanno svolgere mansioni che in pochi sanno fare. Perché un medico guadagna, in genere, molto più di un operaio generico? Come mai un professore universitario percepisce uno stipendio maggiore di quello di un bidello? Ti sei mai chiesto perché un idraulico guadagna più del tizio che frigge patatine al McDonald?

La risposta è semplice: perché svolgono mansioni che non tutti sanno svolgere.

La laurea in medicina non è facile da prendere. Chi riesce nell’impresa di diventare medico, ha per le mani una professione con una concorrenza più bassa rispetto a chi è in grado di caricare pacchi su uno scaffale. Stessa cosa per chi riesce a diventare un professore universitario che sicuramente ha meno concorrenza rispetto a chi sa pulire per terra, eccetera.

Quindi, capisci bene che se vuoi guadagnare devi saper fare qualcosa che in pochi sanno fare: più quello che sai fare è richiesto e ha (possibilmente) poca concorrenza, maggiore sarà il ricavo che otterrai nel mettere al servizio degli altri le tue conoscenze ed esperienze.

E’ logico che, oltre ad avere conoscenze che ti specializzano rispetto alla massa, è necessario che queste tue conoscenze forniscano un vero valore aggiunto che interessi davvero al prossimo, altrimenti rischi di non poter monetizzare le tue capacità.

…Questo è il motivo per cui un ingegnere non ha grosse difficoltà a trovare un impiego, mentre un laureato in filosofia spesso non riesce a battere chiodo: si evince che il mercato necessità di tecnici più che di persone colte!!! Quindi, se percorri questa strada, cerca di stare attento anche sul che cosa punti i tuoi sforzi.

Nel terzo caso ti devi mettere al servizio dei signori del punto 1. Questo significa che, non avendo capacità o conoscenze particolari, l’unica risorsa che puoi mettere sul piatto della bilancia (dei ricavi) è il tuo tempo e il sudore della tua fronte.

Questo è il caso della stragrande maggioranza dei metalmeccanici ad esempio, oppure di chi fa l’operatore ecologico, il manovale, eccetera. Mettono a disposizione ore della loro vita in cambio di uno stipendio orario (in genere basso).

Il motivo per cui gli stipendi di queste persone è basso è dovuto al fatto che questi lavori sono potenzialmente in grado di farli tutti e quindi il valore aggiunto che si crea nel farli è minimo, nonché apprezzabile solo da chi li coordina al fine di raggiungere un obiettivo finale (che poi è colui che si intascherà il grosso dei ricavi).

A questo punto del discorso sicuramente starai pensando: “E mo che faccio??” 🙂

Come ho detto prima, se vuoi guadagnare soldi senza investire, sicuramente non puoi ambire alla cerchia del punto 1. Se stai leggendo questo articolo, molto probabilmente non vuoi o non riesci a far parte della cerchia del punto 3 (o non vuoi perché si guadagna troppo poco, o già ne fai parte e vorresti uscirne oppure sei disoccupato e non riesci a entrarci). Rimane quella di puntare sulla cerchia numero 2.

Mi dirai: “Che faccio vado a prendermi una laurea altrimenti non posso guadagnare?”. No, non ti preoccupare, per far parte di questa categoria non occorre per forza studiare come un matto o avere capacità fuori dal comune, ma basta un po’ di buona volontà e passione in qualcosa.

Sai che ogni persona in questo mondo ha conoscenze o esperienze tali che altri, molto probabilmente, sarebbero disposti a pagare? Non ci credi? Ogni persona al mondo ha conoscenze in almeno un settore o argomento, per cui ne sa più di almeno il 50% del resto della popolazione.

Molto spesso, addirittura, è facile che abbiamo dedicato mesi o anni per approfondire tali conoscenze. Se studi per almeno un anno un argomento che già conosci, hai buone probabilità di saperne più di almeno il 90% del resto della popolazione.

Questo significa che c’è un 90% della popolazione che, potenzialmente, potrebbe essere disposta a pagarti pur di apprendere anche parte di quel bagaglio di conoscenze che tu già possiedi.

Sei un bravo pescatore di fiume? Sicuramente troverai centinaia, se non migliaia, di persone che vorrebbero imparare a pescare. Sei un bravo cuoco? Vuoi che non ci sia gente disposta a comprare libri di cucina? E gli esempi potrebbero continuare a centinaia e centinaia. Insomma: guadagnare soldi senza investire ingenti capitali è sicuramente possibile!

Infine, come già ti avevo accennato prima, ti ricordo che internet può essere un’ottima opportunità per guadagnare soldi senza investire. Clicca sul banner qui in fondo se ne vuoi sapere di più

2 Commenti

Inserisci un commento