Come investire 100000 euro

Come investire 100000 euro? Nel campo degli investimenti privati è noto che la soglia dei 100000 euro innesca, quasi sempre, una specie di barriera psicologica.

Di conseguenza, nell’intavolare il piano di investimento, bisogna tenerne conto in modo tale da annullare l’effetto “panico” che spesso ne deriva. Quindi, per prima cosa, si deve smontare l’effetto soglia dividendolo il capitale da investire in investimenti di soglie inferiori.

Per esperienza, posso dirti che le soglie che non creano blocchi sono quelle di 2 livelli inferiori: perciò, per chi vuole sapere come investire 100000 euro (che rappresenta una soglia psicologica forte), bisogna scendere a quella dei 20000 euro (la prima inferiore è 50 mila la seconda, appunto, 20 mila).

Considera adesso 5 investimenti da 20000 euro ciascuno, invece che uno solo da 100000. Visto che possiedi 100 mila euro, per te 20 mila euro, pur essendo una bella cifra, sono psicologicamente gestibili senza ansia così come per chi ha un milione di euro 100 mila euro sono una cifra facile da gestire…

Quindi hai a disposizione 5 investimenti da 20000 euro ciascuno: come impiegarli? Questo problema – se capisci poco di investimenti – lo puoi risolvere tramite una consulenza finanziaria dedicata. In ogni caso, ti do una dritta generica per farti capire il metodo.

I primi 20 mila euro li investi, ad esempio, su di un fondo obbligazionario di ranking maggiore alla AA: cioè obbligazionario statale tedesco, americano, italiano, francese, eccetera. Sono tutti fondi che, pur dando interessi bassini, sono molto sicuri.

Un’altra trance di euro potrebbe essere utile investirla su fondi obbligazionari di paesi emergenti, o di economie in via di sviluppo (tipo i paesi area pacifico), che forniscono rendimenti annui superiori al 8% anche se in modo instabile.

Altri 20000 euro li puoi investire in azioni con sistema PIC ad unica soluzione: in pratica compri 20 mila euro in azioni tramite un fondo comune.

Con altri 20 mila euro puoi invece comprare delle azioni col sistema PAC, in modo cadenzato, sempre tramite un fondo comune che ti permette di diversificare. Puoi cadenzare gli acquisti in un arco temporale di 5 o 10 anni ad esempio.

Invece gli ultimi 20000 euro potrebbero essere impiegati per l’acquisto di oro fisico tramite, ad esempio, un ETF certificato che ti dà il possesso reale del metallo prezioso in base alle quote detenute. In genere, una quota del fondo corrisponde a un decimo di oncia e quindi, ogni 10 quote, è possibile comprare un’oncia d’oro nei mercati.

Così facendo, abbiamo risposto alla domanda su come investire 100000 euro: lo fai diversificando in 4 settori differenti con 5 strategie diverse, che ti permetteranno di avere un rischio contenuto e un rendimento molto interessante!

Questa è, ovviamente, solo un’idea su come si potrebbe fare. Ogni persona, pur avendo a disposizione sempre 100000 euro, ha spesso necessità ed esigenze differenti che fanno cambiare i rapporti proporzionali degli investimenti o anche lo strumento stesso col quale investire…

…Lo stesso identico discorso vale su come investire 50000 euro. Infatti, anche questo investimento è “formato” da una soglia psicologica.

Fatta questa necessaria premessa, tecnicamente bisognerebbe dividere l’investimento in 5 investimenti più piccoli da 10000 euro l’uno (divisione per soglie di due livelli inferiori), cambiando anche il metodo con cui si ripartiscono gli investimenti.

Quando si investono soldi in cifre relativamente piccole (come sono appunto 50000 euro) non ci può permettere il lusso di diversificare molto, in quanto si rischia di guadagnare troppo poco. Ad esempio, su tale importo è quasi inutile puntare sull’oro in quanto non occorrono investimenti protettivi.

Visto che si deve rinunciare all’effetto protettivo dell’investimento in metalli preziosi, un ottimo accorgimento per bilanciare il portafoglio è quello di aumentare la proporzione di capitale destinato a fondi obbligazionari sicuri da una a due trance: nella fattispecie si dovrebbero destinare a tale scopo 20 mila euro.

Un’altra trance si può destinare alle obbligazioni dei paesi emergenti o in via di sviluppo, ma mi raccomando di non esagerare con questa voce. Quindi, in definitiva, puoi investire fino a 10000 euro su questo tipo di fondo comune.

La parte rimanente, cioè due trance da 10 mila euro per un totale di 20 mila, dovresti investirla tramite un Piano di Accumulo Capitale su un arco di tempo decennale, in modo tale d’avere un buon ritorno sull’investimento pur mantenendo un rischio basso.

Se invece vuoi investire in un’unica soluzione potresti, ad esempio, ridurre a 15 mila euro la parte del capitale prevista per il PAC e con i 5 mila rimanenti, più la trance dei 10 mila previsti per le obbligazioni dei paesi emergenti, potresti puntare su un investimento di tipo azionario tramite fondo comune.

Se vuoi fare le cose per bene ed essere sicuro di NON sbagliare (il che significa soldi persi!), a meno che tu non sia MOLTO bravo in investimenti è sempre necessario il consiglio di un esperto; oppure studiare approfonditamente il settore se desideri fare da te.

In ogni caso, stai pur sicuro che i consigli che ti ho dato su come investire 100000 euro sono sicuramente migliori di quelli che, molto probabilmente, riceveresti dal direttore di banca e/o dal promotore finanziario di turno. 🙂


14 Commenti

  1. aldo
    • Patrizio Messina
  2. Angelo
    • Patrizio Messina
  3. fred
    • Patrizio Messina
      • Piernicola
        • Patrizio Messina
  4. Mario J.
    • Patrizio Messina
  5. Mario
    • Patrizio Messina

Inserisci un commento