Imparare a investire i soldi (parte seconda)

Eccoci alla seconda parte dell’articolo su come imparare a investire i soldi. Nella prima parte, se ricordi, avevo elencato 7 situazioni tipiche nelle quali è facile imbattersi.

Ora esaminerò un po’ più nel dettaglio ciò che avevo detto e, infine, ti darò anche qualche consiglio pratico su come puoi muovere i primi passi da solo.

Se non vuoi rischiare di fare investimenti sbagliati e di perdere un sacco di soli, ti consiglio di leggere molto attentamente ciò che segue…

investire senza errori

Quelli del punto 1 cadono nell’errore, piuttosto frequente, di pensare che siccome a loro viene molto facile fare una determinata cosa, allora anche gli altri la capiranno al volo!

Alla fine, ogni 100 lettori del loro libro a stento uno o due seguono il filo del discorso (perché non sono investitori di primo pelo) e tutti gli altri rimangono più confusi di prima.

Il consiglio che ti posso dare è di lasciar perdere gli autori che quando parlano utilizzano, immediatamente, paroloni che sembrano arabo anche solo per dirti cos’è un investimento di lungo periodo.

Per quanto riguarda il punto 2, si trovano molto spesso presunti investitori che scrivono ebook mettendo insieme informazioni e strategie scopiazzate qua e là in internet.

Siccome non è farina del loro sacco, queste opere non hanno né capo né coda e alla fine non si capisce mai dove vogliono andare a parare. Se a questo aggiungi che trovi informazioni che probabilmente hai già visto gratis qua e là, allora non deve stupirti il fatto che alla fine sembra che non hai letto nulla…

La terza categoria è quella di coloro che creano video corsi su come investire i soldi che durano solo un paio d’ore al massimo e che ti fanno credere che con questo corso risolvi i tuoi problemi.

Ti posso assicurare e giurare su tutto ciò che vuoi che in un paio d’ore impari a stento le cose di base e qualche terminologia, ma di sicuro non diventi assolutamente operativo. Un corso serio su come imparare a investire i soldi dura ben più di qualche ora!

Al punto 4 parlo degli organizzatori di corsi. Se il corso è breve, tipo un pomeriggio o poco più, ricadi nel problema del punto precedente. Se il corso è sufficientemente lungo, tipo un week-end o anche più di uno, ricadi nel problema dei costi esorbitanti.

Se invece il corso è sufficientemente lungo ma il costo è abbastanza competitivo, allora ricadi nel problema che è un corso con moltissima gente e quindi il relatore non potrà dedicarti sufficiente tempo per risolvere i tuoi personali problemi.

Alla fine, per esperienza personale, ho notato che i corsi dal vivo sono un eccezionale strumento di apprendimento SOLO se ci sono le seguenti condizioni:

  • Conosci abbastanza la materia;
  • Il corso dura almeno 8 ore e massimo 16;
  • Il corso verte su un UNICO aspetto del problema (quindi no corsi per imparare dalla A alla Z ma solo corsi del tipo: solo analisi tecnica, solo analisi fondamentale, solo strategie di scalping, solo strategie cassettista, eccetera).

Poi ci sono quelli che aprono un blog sperando di tirare su qualche soldo con le pubblicità in tema con gli articoli che scopiazzano a destra e a manca.

…Alla fine, finiscono con il parlare di cose che neanche conoscono e spesso tutto ciò che dicono è finalizzato solo a una sterile pubblicità senza dare nessun valore aggiunto.

Se a volte sponsorizzano prodotti altrui, è molto probabile che non hanno MAI provato nulla di ciò che consigliano e quindi possono fare molti danni agli ignari navigatori.

Nei forum invece trovi un sacco di gente senza arte né parte che elargisce consigli non si sa bene su quale base. Ma, ancora peggio, trovi gente che dà consigli sbagliati di proposito in modo tale da influenzare il mercato per un loro personale tornaconto.

…Un esempio è quello di vendere le azioni di una piccola azienda perché dicono che sta andando male, in modo da poterle comprare a prezzi bassi oppure, viceversa, parlano bene di un titolo in modo da sbolognarlo a un prezzo alto. Quindi occhio agli squali!!!

Quelli che danno consigli al bar non sanno quello che dicono. In genere, si tratta di gente che ha molto tempo da perdere e a cui piace pavoneggiarsi con le pure chiacchiere…

Allora cosa puoi fare per imparare a investire i soldi partendo da zero e senza prendere cantonate?

Il materiale che si trova gratuitamente su internet può essere buono, al massimo, per farti un’idea generale ma di certo non pensare che questo basti per iniziare a investire con successo!

Sicuramente, ti conviene studiare un video corso di quelli buoni. Per “video corso buono” si intende uno che abbia una durate superiore alle 10 ore (anche di molto).

Il primo passo che ogni investitore dovrebbe fare è quello di imparare a farsi una consulenza finanziaria, in quanto se non sai come gestire il tuo patrimonio finirai sempre per perdere ciò che guadagni.

Successivamente, potrai passare a corsi più specialistici sulle varie specializzazioni del trading come ad esempio i corsi sulle opzioni, sull’analisi tecnica, eccetera.

Alla fine, se lo ritieni opportuno, potrai passare anche ai corsi in aula o, addirittura, al coaching personale sugli argomenti che preferisci. Insomma: è FONDAMENTALE che tu comprenda che, prima di investire i tuoi soldi, tu investa in CONOSCENZA! 🙂

Nel campo degli investimenti l’ignoranza non ha MAI pagato, nel vero e proprio senso della parola…

Per avere delle linee guida di base in modo da iniziare a muoverti senza fare inutili (e costosi!) errori, ti consiglio di cliccare sul banner in basso (tranquillo è gratis!).

Patrizio Messina

investire senza errori

2 Commenti

Inserisci un commento