Imparare a investire i soldi

Se fai una ricerca su Google utilizzando le parole imparare a investire i soldi non faticherai a trovare decine e decine di siti che, almeno dal titolo, sembrano soddisfare egregiamente questa esigenza offrendo corsi di vario genere.

Puoi intuire facilmente, che se c’è una grande offerta di corsi per imparare a investire i soldi, evidentemente c’è anche una grossa domanda, altrimenti non avrebbe senso per i vari autori creare nuovi corsi.

Ma perché la gente sente tutto questo bisogno di imparare a investire autonomamente i propri soldi?

Le risposte potrebbero essere diverse, ma c’è n’é una che sicuramente è la più veritiera: perché la gente si sente sfruttata dalle banche e vuole investire da sola per migliorare le performance e aumentare i gudagni.

L’idea è di certo OTTIMA, ma il problema è che non è poi così semplice metterla in pratica.

Come investire i soldi avuti in eredità?

Come investire i soldi avuti in eredità? …E’ una bella domanda che mi sento fare molto spesso! 🙂

Investire un capitale ereditato da un nostro caro defunto, un gruzzolo risparmiato nel corso degli anni o ancora dei soldi ricavati dalla vendita di un immobile o di un’ attività è una delle domande più ricorrenti che ho trovato nei vari forum, blog e riviste che parlano di investimenti.

Alla fine, spesso e volentieri, il presunto esperto di turno sforna la solita soluzione: “Compra dei BTP e non se ne parla più…”.

In questi anni leggendo il sito dell’ADUC e dell’ADUSBEF mi sono reso conto che, qualunque sia l’esigenza del consumatore, la soluzione finale su come investire i soldi sembra ricadere SEMPRE su BTP, BOT e l’investimento immobiliare.