Come iniziare a investire e guadagnare col trading online?

trading online

Negli ultimi anni sono diventati sempre più numerosi i fautori del trading online che, spinti dalla voglia di cambiare il corso della propria vita, si sono buttati su questo genere di investimenti finanziari sperando di ottenere maggiori guadagni investendo in borsa grazie a internet.

Chi spinto dalla passione per il mondo della borsa, chi invece, sperando di risollevare la propria situazione economica, diversi sono i neofiti che hanno raggiunto successivamente grandi risultati nonostante i rischi legati a questa tipologia di investimento.

Conosciuto anche con l’acronimo di “TOL”, il trading online è uno strumento ideale per chi possiede un conto in una banca online e vuole investire parte del proprio capitale in borsa. Un’operazione alla portata di tutti e che consente di effettuare, comodamente da casa propria tramite un computer collegato a internet, la compravendita di strumenti finanziari.

I guadagni derivano dalla variazione delle quotazioni degli asset messi in portafoglio nei mercati finanziari. Infatti è possibile fare trading online su diversi mercati come quelle delle materie prime (dette commodities) al forex, oppure anche in azioni, futures, ETF, opzioni binarie e classiche, contratti per differenza eccetera.

Obiettivo di ogni trader è cercare di ottenere il massimo profitto, possibilmente senza dover rischiare molto, e nel minor tempo possibile! Rischio che, tuttavia è bene ricordare, può essere controllato e minimizzato ma che allo stesso tempo non potrà mai essere annullato del tutto.

Prima di iniziare a muovere i primi passi sul trading online diventa fondamentale, sia per gli appassionati che per i professionisti, scegliere la piattaforma da utilizzare che deve essere affidabile e semplice da usare in modo da garantirci un servizio utile e innovativo.

investire senza errori

Sul web esistono svariate piattaforme per il trading online che offrono servizi assolutamente completi e con supporto dedicato al cliente. Quasi tutte hanno il supporto per le varie fasi del trading e presentano il pannello dei comandi semplificato, e la possibilità di personalizzare la piattaforma in base al proprio livello di professionalità, eccetera.

In ogni caso ne esistono di numerose e vanno da quelle più semplici, che permettono forme di trading online adatti ai principianti, a quelle più complesse e personalizzabili adatte invece a trader più “scafati”.

Quando si fa trading online si può guadagnare con diverse metodologie. La più semplice da comprendere è sicuramente quella che prevede l’acquisto di un asset finanziario, per poi venderlo a un prezzo più alto, aspettando che aumenti il prezzo del titolo.

Il principale svantaggio su questa tipologia di approccio al trading online nasce dal fatto che il guadagno dipende necessariamente dal prezzo dell’azione, che se sale permette di guadagnare ma, se scende, si realizzerà una perdita…

Questa tipologia di trading online può essere utile per i trader che vogliono investimenti a lungo termine, ma risulta poco interessante per investimenti a breve termine. Infatti per i brevi periodi è più consigliabile utilizzare i cosiddetti titoli derivati, ovvero strumenti finanziari il cui valore dipendente da un altro titolo definito sottostante.

I derivati consentono di guadagnare con qualsiasi andamento del titolo, sia che esso si muova al rialzo sia che vada verso un ribasso. Ovviamente, fattore fondamentale per la buona riuscita dei nostri propositi è prevedere il trend del mercato.

I derivati sono strumenti finanziari perfetti per operazioni di breve termine e per trarre il massimo profitto possibile in tale periodo. Possono invece risultare controproducenti per tutte quelle operazioni di trading online di lungo termine.

Esistono diversi tipologie di titoli derivati, ma i più diffusi sono i CFD e le opzioni. Quest’ultime si suddividono in opzioni “classiche” e le più recenti opzioni binarie.

Il CDF (o contratto per differenza) è uno strumento flessibile che lascia un ampio margine a ogni utente, in quanto il suo scopo è quello di replicare il titolo sottostante applicandovi un effetto leva. Inoltre, alcuni CFD possono invertire l’andamento del sottostante, in modo che esso incrementi il valore quando il sottostante perde valore e vicevera. Quest’ultima peculiarità permette di investire al ribasso.

I CFD prevedono che il trader sappia analizzare il mercato è quindi individuare i trend che si formano, in modo tale che poi possa utilizzare il CFD giusto puntanto al rialzo o al ribasso.

Ogni volta che investi con questa metodologia, devi impostare il tuo trading system in modo che si chiuda la posizione dopo aver ottenuto un livello soddisfacente di profitto tramite il cosiddetto take profit, o che eventualmente si dia un taglio alle perdite mediante un prezzo di uscita chiamato stop loss.

In queste circostanze diventa fondamentale analizzare ogni livello potenziale di take profit e di stop loss, poiché, utilizzando uno stop loss troppo ristretto rischi di chiudere troppo frettolosamente per paura non ottenendo alcun profitto e magari perdendo una buona possibilità di guadagno. Mentre un take profit mal fissato rischia di chiudere la posizione sul più bello oppure, al contrario, essere troppo ottimistico e veder riprecipitare i titoli senza che essi tocchino il prezzo previsto.

Uno dei sistemi più interessanti per chi già è un professionista nel mondo del trading online sono proprio le opzioni binarie. Sono ideali soprattutto per i professionisti che preferiscono guadagnare velocemente, anche se ciò significa prendere dei rischi.

Le opzioni binarie si basano su contratti a scadenza che vanno da quelle orarie, fino ad annuali, passando per quelle giornaliere. Acquistando l’opzione in long o short (cioè al rialzo o al ribasso), qualora alla scadenza del contratto si sarà verificato la giusta previsione del trader, si andranno a fare delle vincite corpose.

A rendere particolarmente rischiosa questa tipologia di operazione è proprio l’imprevedibilità del risultato. Se da un lato in pochissimo tempo si possono vincere somme realmente consistenti, dall’altro, si possono perdere grosse somme (corrispondenti alle puntate). Per tale motivo molti considerano le opzioni binarie come il gioco d’azzardo, anche se sarebbe più realistico dire che questo genere di investimento, se si sa fare un’accurata analisi tecnica, è molto più efficace che non investire con i CFD.

Infatti, se da un lato sbagliando previsione si perde la puntata, è anche vero che siamo noi a decidere quanto puntare! Basta puntare una cifra che possiamo permetterci di perdere e il danno viene limitato a quella cifra. Invece in altri tipi di investimenti occorre mettere lo STOP LOSS e, se ci dimentichiamo di farlo oppure lo fissiamo male, le perdire possono essere maggiori di quanto avevamo preventivato in precedenza.

Il trading online, visto il fatto che si opera da casa, consente agli investitori di monitorare i titoli azionari costantemente. Si possono visionare l’andamento dei titoli, studiare i grafici di settore e applicarvi degli indicatori, ma anche ottenere ogni informazione utile sull’andamento delle borse al fine di garantirci le migliori possibilità di investire in modo sicuro.

Diverse sono le società che si occupano di operazioni finanziarie ma, essendo un’attività legata a dei rischi per l’investitore, è bene che nel momento in cui si effettuano investimenti online ci si affidi a piattaforme sicure e garantite, cercando di prestare attenzione ai rischi connessi al trading online.

Per chi vuole iniziare a muovere i primi passi nellaffascinante mondo del trading online risulta indispensabile la conoscenza del settore, lo studo dell’analisi tecnica e delle strategie di trading.

Per iniziare è necessario aprire un conto in un intermediario, ovvero un broker che sia affidabile e con una piattaforma efficiente e intuitiva. Tuttavia è di fondamentale importanza per un neofita cercare di capire i fondamentali del trading, onde adattarsi velocemente a ogni tipo di piattaforma per gli investimenti in autonomia.

Oltre all’affidabilità, il broker scelto per fare trading online deve necessariamente essere il più economico possibile!

In pratica, in caso di negoziazione con titoli, esso deve avere delle spese di commissioni per acquisto e vendita le più basse possibili. Nel caso invece utiliziamo dei derivati come i CFD o le opzioni vecchio stile, deve avere delle commissioni di spread e roll-over accettabili. Infine, in quei broker che ti permettono di investire nelle opzioni binarie, meglio scegliere in rapporto al rendimento pagato.

Oltre a tutto quanto detto, devi sapere che molti dei broker che puoi trovare in rete regalano ai nuovi utenti dei bonus omaggio. In pratica delle somme di denaro che ti aggiungono al conto per i trading quando fai una “ricarica” o, in ogni caso, alla prima ricarica. Alcune volte sono a cifra fissa, altre volte sono proprorzionali alla ricarica stessa.

Se sei un trader alle prime armi puoi trovare facimente dei manuali o degli ebook gratuiti online. In queste guide o tutorial virtuali ti spiegano, in genere, come fare i primi passi nel trading online, anche se in ogni caso ti consiglio spassionatamente di non prendere tutto per oro colato visto che molti consigliano operatività marcate, per guadagnare dalle commisisoni, ogni qual volta effettui delle puntate o ricarichi il conto per il trading online…

E’ sempre meglio, specie se si è un neofita, acquistare dei corsi perché questo permette di partire col piede giusto e non rischiare di apprendere tecniche volutamente dispersive.

Esistono anche delle opportunità per allenarsi senza investire veramente. In pratica gli stessi intermediari mettono a disposizione un conto demo per fartelo testare, che prensentano all’interno dei soldi virtuali con cui allenarti.

Tuttavia i conti demo consentono di effettuare simulazioni che, seppur reali e senza alcun rischio legato alla perdita di denaro, permettono di sperimentare solo l’aspetto tecnico del trading online e non il fattore emozionale che invece gioca un ruolo fondamentale!

L’utilizzo delle piattaforme virtuali risulta essere uno degli strumenti indispensabili per chi vuole iniziare a muovere i primi passi nel mondo del trading online, permettendo ai neofiti di monitorare l’andamento dei mercati finanziari senza subire perdite di capitale ma anche di simulare ogni operazione di acquisto o vendita titoli.

In questo modo ogni trader inesperto potrà applicare le strategie di trading acquisite con i vari corsi e verificare così se sono realmente efficaci. Questo permette di mettere in pratica uno studio sul campo ma senza alcun rischio.

Non esiste una vera e propria guida su come fare trading online. Questo perché esistono diverse strategie di trading e le stesse si evolvono costantemente. Esistono diverse tipologie di trading online che si suddividono rispetto a grandi o piccoli investimenti, ma anche strategie che variano a seconda dei periodi temporali in cui si effettuano.

Lo scalping, ad esempio, permette di effettuare aperture e chiusure di posizioni in un periodo di tempo veramente ridotto, mentre i cassettisti rimangono nel mercato con una posizione aperta che può durare anche anni! Ecco perché non esistono delle regole uniche ed efficaci per qualsiasi tipologia di operazione di trading online, perché svariate sono le tipologie di operazioni possibili.

Importante è controllare se il broker che vai a utilizzare è regolamentato dal sistema giuridico e disciplinato da un regolamento riconosciuto a livello internazionale.

L’attività di trading online ad alto profitto comporta diversi rischi alcuni legati al broker, altri legati al trader o al mercato.

Tra i principali rischi associati al broker sicuramente la scelta della piattaforma gioca un ruolo fondamentale, in quanto è meglio optare per un broker di alta qualità e sicuro, scegliendo una piattaforma autorizzata e che rispetta la direttiva MIFID con l’obiettivo di proteggere il broker e di garantire la massima trasparenza.

I rischi associati al trader dipendono necessariamente alla psicologia di chi opera sui mercati. Ce chi pone troppa attenzione esclusivamente sulle strategie di trading e chi pone, al contrario, troppa poca attenzione alla propria impulsività. La troppa determinazione potrebbe essere controproducente per i guadagni effettivi del trader.

Entrambi i rischi, sia quelli relativi al broker che quelli relativi al trader, sono strettamente connessi ai rischi legati al mercato. Infatti l’attività di trading online e il possibile guadagno che si deve generare in ogni investimento è necessariamente collegato ai rischi che si vanno a prendere, in modo da remunerarli sufficientemente. In caso contrario il rischio operativo diventa più alto delle potenziali vincite e si va in perdita.

Per cercare di limitare assolutamente i rischi ogni trader deve investire una piccola parte del proprio budget, in modo tale da poter fare svariate puntate con il capitale destinato agli investimenti. Questo perché, per quanto valida sia la strategia utilizzata, niente può garantire che un particolare investimento vada a buon fine!

Potendo fare 10 o 20 investimenti, quindi un alto numero di prove, se la strategia o la tecnica utilizzata è efficace sicuramente la maggior parte andrà per il verso giusto. Se invece puntassimo tutto in una sola mano e quella, giusto giusto va male, avremmo perso tutto il capitale…

Un’ultima considerazione va alla tassazione prevista per le attività di trading online. Con il regime sostitutivo è previsto che sia lo stesso broker a dover calcolare le tasse in base al guadagno ottenuto dagli investimenti mentre, secondo il regime dichiarativo, il broker dovrà comunicarti i guadagni nell’anno fiscale e poi sarai tu stesso a dichiararli tramite dichiarazione dei redditi.

La tassazione negli ultimi anni è aumentata sensibilmente. Con il Governo Renzi, infatti, la tassazione prevista per i guadagni ottenuti tramite operazioni di trading online è aumentata passando dal già alto 20% al 26%. In ogni caso è bene tener presente che anche il 26%, su dei ricavi che non sono ottenuti con il lavoro, non sono poi così tremendi, anche se ciò comporta un danno per le imprese quotate in borsa che rischiano di ritrovarsi con meno investitori.

investire senza errori

8 Commenti

  1. carmelo
    • Patrizio Messina
  2. Convalle Marco
    • Patrizio Messina
  3. Gianni
    • Patrizio Messina
  4. Alex
    • Patrizio Messina

Inserisci un commento